Esperienze vissute e pensieri maturati in anni di lavoro accanto agli imprenditori e dentro le aziende. Con un approccio leggero, mai serioso, talvolta giocoso, ma mai banale, l'autore ci aiuta a riflettere

di Gianni Todeschini

1-101446

L’autore, collaboratore della Pastorale Sociale e il Lavoro diocesana, in particolare per l’ambito socio-politico, con queste Pillole … declina per un pubblico attento, e non necessariamente esperto, esperienze vissute e pensieri maturati in anni di lavoro accanto agli imprenditori e dentro le aziende: proprio “sulla strada”! Queste “Pillole” traggono origine dalla collaborazione dell’autore con TEAMFORCE, azienda innovativa e un po’ “folle” (come da lui stesso definita) e in  particolare sono frutto della sua elaborazione originale per il blog aziendale. Eccone un breve assaggio.

“Se accettiamo la responsabilità che tutti abbiamo nel contribuire al nostro successo con il realizzare le condizioni di felicità per noi stessi e la nostra comunità di riferimento (la famiglia, l’impresa, il villaggio, il Paese, il mondo), dobbiamo allora accettare di applicare un nuovo stile, delle nuove technicalities o, per essere più sinceri, dei vecchi strumenti ma con rinnovate modalità".

Partendo da queste, vorrei suggerire la riscoperta del sempre valido collegamento 3H (Head, Heart, Hands) o, all’italiana, TMC (Testa, Cuore, Mani), che già il filosofo svizzero Johann Heinrich Pestolazzi (1746-1827) proponeva in questo modo:<< Solo ciò che colpisce l’uomo nella forza comune della natura umana, cioè nel cuore, nello spirito e nella mano, è per esso veramente, realmente e naturalmente formativo >>.

Non abbiamo quindi nulla da inventare: ci serve solo riscoprire il grande patrimonio che è da tempo in nostro possesso! E, con questo, percorrere il proficuo cammino della SCR Scoperta, Competenza, Responsabilità – a 360°.

Scoperta del nuovo mondo che si è profilato intorno a noi e in cui, spesso, ci muoviamo come alieni incapaci di interagire efficacemente.

Competenza da acquisire per renderci abili a crescere e far crescere in maniera sostenibile tutto ciò che incontriamo, noi per primi. Responsabilità verso sé e la propria comunità, verso il medio ambiente e le generazioni future, verso il passato che ci portiamo addosso e il futuro che andremo a costruire.”Se saremo in grado di operare in questo modo, allora avremo dato il nostro contributo a far sì che questo mondo nuovo sia anche almeno un po’ migliore di quello che abbiamo trovato al nostro arrivo su questa terra.” Con queste pagine egli prova a formalizzare suggerimenti e riflessioni utili da applicare al mondo dell’impresa, agli affari, al lavoro, per “lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato”. (Baden Powell).

A mio avviso il risultato si approccia: in modo leggero, mai serioso, talvolta giocoso ma mai banale, Davide Caocci ci aiuta a pensare. Vale la pena dedicargli un po’ di tempo.

  • Per dubbi, domande, perplessità o semplici osservazioni l’autore è disponibile al seguente indirizzo: Email: davide.caocci@libero.it
  • Per acquistare il libro (al prezzo di Euro 10,00): Lulu.com