Un recente strumento pensato dalla Conferenza Episcopale Austriaca che può aiutare i giovani ad affrontare i temi della Dottrina Sociale della Chiesa in maniera accessibile a tutti

1-134660

“Vi consegno questo magnifico libretto, perché accenda un fuoco in voi”. Così scrive Papa Francesco nella presentazione a questo interessante e ben fatto testo. L’opera nasce da un’idea dei Vescovi austriaci e pare la risposta più bella a coloro che hanno cercato d’innalzare muri per difendersi dall’esodo di tanti poveri che giungevano nel nord Europa nel territorio austriaco in fuga da guerre, carestie e disastri ambientali.

Con un metodo antico ma sempre efficace, ovvero quello di porre domande intelligenti e provare a dare risposte a partire dai testi del Magistero Sociale, si affrontano dodici tematiche centrali per il nostro tempo, ma talora marginali nei percorsi di catechesi e formazione dei giovani.

Si parla di amore, bene comune, solidarietà, sussidiarietà, persona, famiglia, lavoro, economia, politica, ambiente, pace, relazioni internazionali, impegno personale e comunitario. Il linguaggio è comprensibile a tutti e permette di farsi un’idea e di avere un primo orientamento a partire da quanto i Papi hanno scritto e pronunciato a voce da fine ‘800 a oggi.

Si trovano citazioni inaspettate, penso ad esempio alle parole di Marylin Monroe che disse: “A Hollywood ti pagano mille dollari per un bacio e 50 centesimi per la tua anima”. L’attrice è citata nella parte dove si tratta della persona umana. Oppure frasi che fanno riflettere senza aver bisogno di commenti come quelle di Cechov: “la sazietà contiene, come ogni altra forza, un aspetto di sfacciataggine, che si rivela soprattutto nel fatto che chi è sazio impartisce lezioni a chi è affamato”.

Ad arricchire il volume troviamo diversi excursus su temi attuali come i nuovi media, la bioetica, i beni comuni, la libertà della ricerca e il suo possibile abuso; inoltre ci sono foto che evocano i temi trattati e rendono ancora più bella la lettura.

Un testo da leggere a partire dagli argomenti che più interessano; ideale come incipit per discussioni e approfondimenti nei gruppi di catechesi; ma che si presta bene anche ad una lettura individuale.

Naturalmente l’intento di Docat è di spingere ad azioni; infatti questo è lo stile della Dottrina Sociale della Chiesa: partire dalla lettura della realtà, provare a “giudicarla” in modo critico per poi mettere in campo azioni al fine di rendere più bella e abitabile la casa comune.