Questo libro, che ho avuto l’onore di presentare, non deve scoraggiare per il numero di pagine. La scrittura è scorrevole e accattivante. L’autore parla di sé e della storia famigliare dentro cui è inserito, ma leggendo le pagine si rivive la vicenda italiana

Walter Magnoni

casanellapineta

Un testo che mostra con evidenza come gli incontri cambino la vita e quello con Lorenzo Milani fu decisivo per Pietro Ichino.

Un libro dove si possono scorgere alcune fragilità del sindacato insieme alle rigidità della politica. È bello vedere una stagione del nostro Paese dove le persone sentivano l’importanza del poter realizzare un cambiamento dal basso. Anni nei quali la “classe operaia” viveva un protagonismo dentro la società.

Il lettore resterà sorpreso della franchezza con cui si parla degli affetti. Amarsi è un’impresa tutt’altro che scontata, eppure è possibile, magari col coraggio di chiedersi scusa reciprocamente.

La casa nella pineta è un luogo di vacanze sul mare, ma vi è anche un’appassionata digressione sulla montagna. Per me, che amo sia Monti che Mari, queste parentesi hanno riacceso ricordi ed alimentato desideri.

Molto significativi i passaggi sul terrorismo e gli anni sotto scorta che Ichino subì. Un tempo dove la mancanza di libertà assume il volto del non poter cavalcare neppure una bicicletta. Eppure, il coraggio del cercare la verità sconta il prezzo della rabbia che può diventare ideologia omicida.

Alcune figure parentali sono degne di nota: tra tutte le nonna Paola con la sua capacità di cercare gli aspetti positivi anche dietro ad accadimenti indesiderati; il padre cui sono dedicate pagine piene di affetto. Straordinaria per intelligenza e coraggio fu anche la madre. Donna che spese enormi energie per i diritti dei più deboli, in particolare per gli orfani. Naturalmente si sente tutto l’affetto anche nei confronti della moglie e dei figli.

Una citazione del libro con cui chiudo, ma che condivido molto è la seguente: “Saper vivere bene la montagna aiuta a vivere bene la vita anche in pianura”.

Buona lettura amici e come sempre attendo il vostro riscontro.