Si ispira ai temi trattati nel Discorso alla Città 2017 la nuova edizione del percorso formativo promosso dall’Arcidiocesi e dal Centro pastorale ambrosiano: iscrizioni entro il 20 dicembre, in programma sette incontri tra gennaio e maggio 2019

fotocorsointroduzioneallapolitica

Si ispira ai temi trattati dall’Arcivescovo nel Discorso alla Città pronunciato nella Basilica di Sant’Ambrogio il 6 dicembre 2017 la nuova edizione del Corso di introduzione alla politica promosso dall’Arcidiocesi di Milano e dal Centro Pastorale Ambrosiano: tema del Corso è infatti «Il buon vicinato. Percorsi per una politica che generi speranza».

Il percorso socio-politico – articolato in sette incontri in programma tra il 12 gennaio e il 25 maggio (programma in allegato) – mira a dare i primi rudimenti per quanti desiderano avere una grammatica per leggere l’attualità. Ogni incontro si sviluppa in una giornata in cui si intrecciano cinque ingredienti: la preghiera, la conoscenza della dottrina sociale della Chiesa, la lettura della realtà grazie a un esperto, la presenza di un testimone e lo scambio di gruppo. La proposta si rivolge a giovani che desiderano completare la loro formazione umana e professionale con l’approfondimento degli insegnamenti derivanti dalle esperienze socio-politiche e dalla Dottrina sociale della Chiesa. Inoltre possono partecipare anche gli adulti che vogliono approfondire questioni chiavi del nostro tempo.

La presentazione del Corso si terrà martedì 4 dicembre, alle 18, nella Sala Turismo del Centro Congressi di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza (corso Venezia 47, Milano). Dopo il saluto di Giovanna Mavellia e la relazione di Giuliano Zanchi, intervengono Silvia Landra, Paolo Petracca e Alberto Sportoletti. La presentazione del Corso è affidata a Walter Magnoni e Andrea Brugora. Concluderà l’incontro monsignor Luca Bressan, Vicario episcopale di settore.

Info e iscrizioni (entro il 20 dicembre): Servizio per la Pastorale sociale e il lavoro (piazza Fontana 2, 20122 Milano; tel. 02.8556430; sociale@diocesi.milano.it). Sono ammesse 50 persone. Titoli preferenziali per l’ammissione sono il titolo di studio ed eventuali esperienze di volontariato e associative. Una specifica Commissione, nominata di concerto tra le istituzioni promotrici, sarà incaricata della selezione.

Articolo pubblicato su www.chiesadimilano.it