L'attenzione che il Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre sta suscitando è un segno di grande vitalità della nostra democrazia.

Il Servizio Giovani in collaborazione con la Pastorale sociale e del lavoro

1-134429

La partecipazione, anche dei giovani, alle molte assemblee già realizzate sul territorio è non solo numericamente, ma anche qualitativamente sorprendente. C’è un autentico bisogno di capire, che cresce con la percezione che la posta in gioco è alta: ne va delle fondamenta e, in questo senso, del futuro.

Il Servizio per la Pastorale Sociale e il Lavoro della nostra diocesi è a disposizione anche delle comunità giovanili, per offrire strumenti e costruire momenti di preparazione.  Al di là del rumore e del tratto permanentemente polemico di confronti televisivi, infatti, la realtà documenta una diffusa capacità di riflettere con pacatezza, di ascoltare le ragioni dell’una e dell’altra parte, di andare in profondità. Merita dunque di essere raccolto e reso in più modi operativo l’invito del Presidente dei Vescovi italiani, Cardinale Bagnasco: “Il Paese è atteso per un importante appuntamento, il Referendum sulla Costituzione. Come sempre, quando i cittadini sono chiamati ad esprimersi esercitando la propria sovranità, il nostro invito è di informarsi personalmente, al fine di avere chiari tutti gli elementi di giudizio circa la posta in gioco e le sue durature conseguenze”. Ripensando a molte occasioni di partecipazione popolare sprecate e reagendo al discorrere tanto spesso negativo circa le sorti del Paese, conviene vedere nelle prossime settimane, anche a livello di pastorale giovanile, l’occasione per formare cristiani che non separano la fede dalla vita. Le nostre comunità si prestano ad essere luoghi di amicizia civica, di approfondimento, di fecondo dialogo, capaci come sono sia di ospitare la discussione pubblica, sia di educare al lavoro della coscienza. A tal fine, qualche segnalazione di materiale immediatamente disponibile. Una buona presentazione delle questioni oggetto del referendum, ad esempio, si trova nelle slide realizzate dall’Istituto Toniolo e, molto sinteticamente, nel seguente articolo. Può risultare opportuno, per molti, andare direttamente alle fonti: il testo della legge costituzionale è accessibile al seguente link. La rivista dei Gesuiti, Aggiornamenti Sociali, ha dedicato un importante dossier al referendum, accessibile agli abbonati o facilmente acquistabile, in versione sia cartacea sia web. Qui, infine, i contatti con il Servizio diocesano, per andare ulteriormente a fondo nella valutazione di proposte che alimentino il discernimento.