Un libro, il premio Lazzati a don Barbareschi, la ristampa del “ribelle” e i cori della resistenza

1-107527

La Fondazione Ambrosianeum celebra il 70° anniversario della Liberazione con una serie di iniziative che riportano alle radici dell’Ambrosianeum stesso e al senso del servizio che la Fondazione offre a Milano, ininterrottamente, a partire da quel momento straordinario che portò all’Italia Repubblicana, alla Costituzione, alla democrazia. Nato nel 1946 e operativo alla Rotonda del Pellegrini dall’8 gennaio 1948, l’Ambrosianeum ha rappresentato fin da subito un luogo di cultura cristiana e uno spazio di dialogo con chi aveva, ed ha, a cuore il bene comune della città. L’ispirazione venne, nel clima della Ricostruzione, da un’idea dell’allora Cardinale di Milano Schuster e dall’impegno di due esponenti della società civile: Enrico Falck e Giuseppe Lazzati. E quanto da allora Ambrosianeum sia una presenza viva nel panorama culturale milanese e protagonista nel testimoniare le trasformazioni di Milano, emerge proprio dalla ricchezza e dalla pluralità delle iniziative proposte, a cominciare dal Rapporto sulla città, che ogni anno fa il punto su come cambiano la società, il lavoro, il welfare, la casa, il territorio, la politica, la comunicazione, l’incontro  tra le generazioni e tra i popoli.