Sicuramente, le paure prima di avviare un’attività sono enormi, ma si deve essere coraggiosi e fiduciosi, e si può trovare un aiuto nelle Organizzazioni Professionali di Categoria, come la Coldiretti

Buona sera, mi chiamo Carlo De Gasperi, ho 27 anni e vivo e lavoro in Valsassina. Tra Ballabio e Pasturo, ai piedi della Grigna, tra prati soleggiati e boschi, sito in località Piani di Brunino sorge l’agriturismo che gestisco, svolgendo attività agricola e di ristoro per coloro che hanno il desiderio di passare una giornata in mezzo alla natura e in ambiente montano, lontani dallo stress con cui spesso conviviamo costretti dai ritmi attuali.

L’attività agricola realizzata in azienda si fonda principalmente sull’allevamento di bovini da carne, suini, asini, avicoli e cunicoli, oltre alla foraggicoltura e alla selvicoltura. La parte agrituristica è impostata sulla ristorazione e consente di assaporare i piatti della tradizione locale, preparati in prevalenza con prodotti fatti direttamente in azienda o di origine locale.

Prima di iniziare a svolgere questa attività, ho frequentato le scuole superiori conseguendo il titolo di geometra e ho lavorato anche come impiegato, ma, in breve tempo, la passione per l’attività agricola e in particolar modo agrituristica, ha prevalso e ho iniziato a considerare come potere intraprendere questo percorso. In effetti, mi sono reso conto che la formazione che viene fornita dagli istituti scolastici spesso ha un carattere  decisamente teorico e non fornisce la possibilità di vivere in modo più operativo il mondo del lavoro. Nel mio caso, però, ho avuto la fortuna di avere una famiglia che mi ha trasmesso la passione per l’agricoltura e in particolar modo per le attività che svolgo. Sono, infatti, cresciuto in un’azienda zootecnica che produce da generazioni formaggio fresco nel comune di  Ballabio, sito all’imbocco della Valsassina.

Sicuramente, le paure prima di avviare un’attività sono enormi, ma si deve essere coraggiosi e fiduciosi, e si può trovare un aiuto nelle Organizzazioni Professionali di Categoria, come la Coldiretti. Di certo, i dubbi legati a un lavoro autonomo sono ostacoli spesso difficili da superare e la situazione economica vigente non incoraggia un giovane a tentare un’avventura di questo tipo. Tuttavia, la costanza dell’impegno giorno per giorno e la correttezza hanno ripagato i miei sforzi e mi hanno consentito di svolgere un impiego sicuramente faticoso ma che mi sta dando molte soddisfazioni, anche perché alla base del lavoro che faccio c’è anche il mantenimento del territorio attraverso l’allevamento e l’agricoltura tradizionale locale, nell’ ottica della multifunzionalità tipica delle aziende agricole e in particolar modo di quelle che si trovano in zone montane. Inoltre, la connessione dell’attività agricola a quella agrituristica consente di offrire a molte persone la possibilità di vivere qualche giornata in ambiente rurale  e di abbracciare un territorio che altrimenti potrebbe non essere conosciuto e, anzi, rischierebbe di finire abbandonato e dimenticato. In questo modo, al contrario, il territorio stesso viene valorizzato e con esso le specifiche produzioni locali con la loro peculiarità, inestimabile valore proprio perché frutto di un ambiente con tutte le sue irripetibili caratteristiche.

Per concludere, a mio parere, alla base, ci deve essere la passione per il lavoro che si svolge, che deve essere supportata da una formazione adeguata, rinforzata dal coraggio di intraprendere nuove esperienze e confermata  dalla costanza dell’impegno da dimostrarsi giorno per giorno. In questo modo, al di là delle inevitabili difficoltà, è possibile vivere soddisfazioni nel proprio ambito professionale.

Grazie per la vostra attenzione.