Siamo condannati a uno sviluppo senza occupazione? Un convegno dove anche la Pastorale sociale ha aderito, proverà a mettere in luce quali implicazioni sono in gioco

di Walter Magnoni

1-124048

Martedì 1 marzo presso la bella sala dell’Umanitaria Giorgio Squinzi, Giorgio Vittadini, Gigi Petteni e Alberto Sportoletti si metteranno a ragionare insieme sul tema dello sviluppo e della paura che questo generi minore occupazione.

La questione è stata messa in luce anche da Papa Francesco nella Laudato si’ al n. 128 e le parole del Pontefice saranno il punto di partenza del ragionamento.

Al di là di tutto nessuno può negare che la persona umana è una risorsa insostituibili e il progresso tecnologico può migliorare i robot, ma non è pensabile un’equivalenza tra uomo e macchina.

In ogni caso l’interrogativo posto è di estrema attualità. Siamo curiosi di vedere come risponderanno i nostri interlocutori.