Mercoledì 30 novembre presso l’auditorium della biblioteca comunale “IlPertini” di Cinisello Balsamo, è stata presentata la quinta edizione della “Lettera alla Città” dal titolo: “Non dirmi che è un sogno impossibile”

Don Claudio Borghi

1-137784

Attraverso l’Equipe Sociale Decanale che si fa carico di elaborarla, le sette Parrocchie cittadine offrono all’intera Città una riflessione in occasione della festa patronale cittadina legata alla figura di S.Ambrogio.

La Lettera è stata presentata sinteticamente nei suoi contenuti con alcune slide e un piccolo video e dall’ascolto di tre ospiti che a partire dalla loro testimonianza ambito hanno messo in risalto che dalle “macerie” di tipo sociale, lavorativo o personale è possibile risollevarsi. Tra le fatiche di una realtà complessa e a volte molto negativa e un ideale di perfezione utopistico ritenuto impossibile, esiste un “ideale realizzabile” secondo l’espressione usata dall’Arcivescovo.

Gli ospiti della serata sono stati: per l’ambito sociale il redattore della rivista di strada “Scap de tenis” Roberto Guaglianone, per l’ambito lavorativo/imprenditoriale il proprietario della ditta Geico presente sul nostro Territorio, il dottor Alì Reza Arabnia e come testimonianza personale un uomo uscito da una situazione molto negativa grazie all’aiuto ricevuto, Giorgio Papetti.

Infine, per rendere più partecipi i presenti è stata data una scatola/mattone con quattro suggerimenti da far avere all’Amministrazione rispondenti alle domande presenti nella Lettera: desideri – ostacoli – strumenti – percorsi “per rendere questa nostra Città luogo felice per tutti”, secondo quanto scritto nella Lettera stessa.