Dopo un primo ascolto del territorio e di numerosi soggetti attivi in ambito sociale, pare opportuno provare ad accogliere e valorizzare quanto in molti modi e da tempo si realizza sul nostro territorio nell’ambito della “pastorale sociale”, facendolo convergere però in forma organica e unitaria e disponendolo ad affrontare adeguatamente l’oggi e il domani

1-101596

La proposta dei Granis vorrebbe indicare un punto di partenza strategico, in quanto tentativo di risposta pastorale alle numerose sollecitazioni provenienti dall’attuale contesto. Una proposta dotata di strutturazione semplice ed elastica, in grado di corrispondere, nell’ambito del cammino della Chiesa di Milano tracciato dai Percorsi pastorali, alle esigenze che via via la società porrà in primo piano.

Contesto, motivazioni e finalità dei “Gruppi di Animazione Sociale”

Aspetti dell’attuale contesto socio-culturale ed ecclesiale. Come ogni stagione anche l’attuale è fatta di opportunità e rischi. Dare una lettura esauriente appare alquanto difficile e delicato. Semplicemente potremmo tratteggiare qualche opportunità che il tempo presente sembra offrire: il minor peso delle ideologie sociali; una minore conflittualità dei giovani circa i temi sociali (l’altro lato della medaglia è però una certa apatia); il bisogno di riferimenti etici e il desiderio di nuovi spazi di dialogo dopo anni in cui di molti temi socio-politici era impossibile parlare senza cadere in schieramenti contrapposti. Nel contempo, si riscontrano alcuni rischi: la frammentazione politica e culturale; l’eccessiva centratura sul soggetto con fenomeni sempre più ricorrenti di individualismo e narcisismo e con il rischio di fermarsi ad analisi semplicistiche o emotive; la difficoltà a riconoscere il valore dei legami sociali, da cui fra l’altro la crisi del mondo dell’associazionismo in generale.

In allegato, nel box “approfondimenti”, il testo integrale.