Nel quartiere San Siro la proposta di ReAgire per un impegno condiviso da tutta la comunità. L'idea è invece quella di un percorso condiviso, dove, riuniti nella stessa associazione, si incontrano sia chi è disoccupato sia chi mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per cercare, a partire dal tessuto economico e sociale della propria zona, possibilità nuove

1-128388

Troppo spesso chi cerca un’occupazione si trova a farlo da solo, dall’altra parte rispetto a chi un impiego e una serenità economica ce l’ha già.

Il lavoro che manca è invece un problema di tutta la comunità, e la ricerca di nuove opportunità può e deve mettere insieme tutta la rete sociale. È da questa convinzione che sono nate le iniziative dell’associazione ReAgire Insieme, del decanato San Siro, che questo sabato 21 maggio presenterà  la propria proposta in un incontro pubblico al quale  parteciperanno anche l’assessore al Lavoro del Comune di Milano Cristina Tajani e il responsabile diocesano della Pastorale Savoro don Walter Magnoni.

Non solo percorsi di sostegno e di consulenza, né, solamente, occasioni di piccoli lavoretti che, seppur importanti per avere qualche entrata economica, restano spesso estemporanei, e vedono chi cerca e chi offre lavoro comunque su due lati opposti. L’idea è invece quella di un percorso condiviso, dove, riuniti nella stessa associazione, si incontrano sia chi è disoccupato sia chi mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per cercare, a partire dal tessuto economico e sociale della propria zona, possibilità nuove.

Per questo l’iniziativa si è rivolta da subito anche alle istituzioni, coinvolgendo il Consiglio di Zona 7 nella creazione di un Tavolo per il Lavoro che nei prossimi mesi monitorerà, insieme alle imprese del territorio, le esigenze e le opportunità di lavoro in zona. In collaborazione con il Comune di Milano, invece, parte in questi giorni il percorso del Job Lab, un ciclo di incontri per sostenere, attraverso la collaborazione di specialisti e consuelor del lavoro, la ricerca attiva di un’occupazione.

«Incontrarsi, accompagnare e coinvolgere», riassume la filosofia del progetto Elio Savi, del gruppo di pastorale sociale del decanato San Siro e presidente di ReAgire. «Incontrarsi, perché vogliamo costruire opportunità di lavoro a partire dalla conoscenza personale di chi lo ricerca, mettendoci nei loro panni: perché – sottolinea Savi – la disoccupazione non è un problema generico ma spesso dei nostri vicini di casa, o di un nostro familiare; accompagnare, con un vero e proprio percorso di orientamento e consueling; coinvolgere, perché da subito abbiamo pensato ad un protagonismo attivo le istituzioni e l’economia locale».

I percorsi di consueling insieme ai soci di Reagire in cerca di lavoro sono appena iniziati, ed è anche ben avviata la collaborazione col Consiglio di Zona. L’obiettivo è ora coinvolgere sempre più il territorio, per non lasciare su due sponde opposte chi un lavoro lo ha e chi lo sta cercando.

L’appuntamento è per sabato  21 maggio, alle 15, nel salone del Centro Parrocchiale S.Elena di via Bezzola 6, vicino alla fermata San Siro Stadio M5.