Rassegna bibliografica

Consiglio per la lettura: la casa nella pineta Recensione

Consiglio per la lettura: la casa nella pineta

Questo libro, che ho avuto l’onore di presentare, non deve scoraggiare per il numero di pagine. La scrittura è scorrevole e accattivante. L’autore parla di sé e della storia famigliare dentro cui è inserito, ma leggendo le pagine si rivive la vicenda italiana

La storia Elsa Morante

La storia

Romanzo a sfondo storico datato 1974 dal quale, in seguito, è stata tratta anche una versione cinematografica diretta da Luigi Comencini

L’infanzia di Carlo Maria Martini Recensione

L’infanzia di Carlo Maria Martini

Maris Martini Facchini, nel libro L’infanzia di un cardinale, ha raccolto i ricordi e le immagini di vita familiare e del fratello Carlo Maria Martini. «Mai avrei pensato, che un giorno li avrei raccontati per iscritto»

Il vagabondo delle stelle Jack London

Il vagabondo delle stelle

Ultimo capolavoro targato Jack London è considerato da molti come l’apice creativo toccato dallo scrittore americano.

Un gesuita a Scampia Recensione

Un gesuita a Scampia

In uno dei luoghi più difficili del nostro Paese, segni di speranza partono dalla sfida culturale e del lavoro. Un libro che ci porta nel cuore delle periferie

Artisti per una Speranza oltre noi Dall'8 maggio al 10 maggio

Artisti per una Speranza oltre noi

Presso la Galleria Nulla è perduto (Via privata Sartirana 3 M2/Porta Genova) si terrà la Mostra mercato Artisti per una speranza oltre noi a favore del progetto "Abitiamo il futuro". L'iniziativa è promossa dall'Associazione SON Speranza oltre noi, Amici della Casa della carità e dalla Galleria Nulla è perduto

La fatica più bella Recensione

La fatica più bella

Si può scrivere un libro sulla corsa e parlare della vita. Si può raccontare di gare e allenamenti scandagliando l’animo umano. Questo è ciò che riesce a fare Gastone Breccia nel suo ultimo libro

Ritratti in carcere

Ritratti in carcere

Un nuovo libro fotografico di Margherita Lazzati tra gli invisibili del carcere. Per la prima volta dei volti vengono strappati da “dietro alle sbarre” per incrociarli con quelli degli uomini liberi