Primo piano

Cosa c’entra la fraternità con la politica? 8-9 0ttobre Villa Cagnola – Gazzada (Va)

Cosa c’entra la fraternità con la politica?

La prima sessione del Percorso socio-politico 2021-2022 si svolgerà nell’accogliente Villa Cagnola in Gazzada, con la consueta due giorni, pensata anche per permettere ai partecipanti di conoscersi e concluderemo nei luoghi manzoniani. Il percorso che proponiamo non è solo per gli impegnati in politica, ma può essere occasione di un aggiornamento per insegnanti e di confronto per chi porta nel suo cuore il sogno di un mondo più bello

Fratelli tutti. Una politica che coltivi la fraternità e l’amicizia sociale Percorso socio-politico 2021-2022

Fratelli tutti. Una politica che coltivi la fraternità e l’amicizia sociale

Il senso del percorso, proposto dall’Arcidiocesi di Milano, è quello di riprendere l’enciclica “Fratelli tutti” in maniera interdisciplinare per scorgere gli apporti che i diversi linguaggi possono offrire alla visione sociale e politica. Lo scopo è quello di aiutare a pensare come vivere la propria partecipazione attiva costruendo percorsi di fraternità e amicizia sociale

Perché ho deciso di impegnarmi in politica Testimonianza

Perché ho deciso di impegnarmi in politica

“Si avverte il bisogno di una sapienza politica” (Arcivescovo Mario Delpini). Il percorso socio politico 2020/2021 dell’Arcidiocesi di Milano. Conoscere meglio la propria fede e mettersi al servizio della propria comunità

Addio a mons. Angelo Sala 13 aprile

Addio a mons. Angelo Sala

Ci ha lasciati ieri Mons. Angelo Sala, che per 10 anni è stato a fianco del cardinale Martini, a partire dal 1982, come responsabile della pastorale del lavoro. Una vita sacerdotale spesa sul fronte dei poveri e dei lavoratori, sempre pronto a progettare, stimolare, lanciare messaggi a chi incontrava sul suo cammino. Lo ricorda così Francesco Brugnatelli, oggi avvocato, all’epoca suo collaboratore laico in Curia

Un paradosso del lockdown Lavoro

Un paradosso del lockdown

Nell’arco di tre anni la creatività, l’imprenditorialità, il senso del rischio hanno portato il giovane imprenditore Fabio Forghieri a creare un lavoro autonomo, indipendente e nuove possibilità di occupazione per molti giovani in Italia. (Il Giorno, Avvenire, Marching, Smart Wor King, Occhisulsociale) «Con un po’ di imbarazzo – dice il giovane imprenditore – la pandemia non ci ha penalizzato ma, questo è il paradosso, ci ha permesso di raggiungere risultati positivi in espansione verso l’Europa»

«Non di solo pane vive l’uomo» (Mt 4, 4) Carlo Maria Martini

«Non di solo pane vive l’uomo» (Mt 4, 4)

«Il nostro pane – dice don Tonino Bello – ha il sapore perché intriso non nel sogno, ma nel sudore dei sognatori». Una memoria di Carlo Maria Martini tra i lavoratori