Lavoro

La grammatica del ricordo 19 dicembre presso la Cisl Milano Via Tadino Milano ore 9,30

La grammatica del ricordo

Rendere viva, per l’oggi e per domani, la passione, la libertà, il sapere del sindacalista Vito Milano

Natale 2016 nei luoghi di lavoro LAVORO

Natale 2016 nei luoghi di lavoro

E’ disponibile il pieghevole per la benedizione di Natale nelle aziende, ed è possibile ritirarlo presso l’ufficio della pastorale sociale nei seguenti orari: 8.30 / 12.30 – 14.00 / 17.00

L’eredità di un prete semplice A un anno dalla morte di don Ciccone

L’eredità di un prete semplice

In questo anno, soprattutto a partire dalla biblioteca e dai racconti di tanti amici abbiamo potuto conoscere ancora di più il profilo di un prete che aveva uno sguardo limpido e sapeva ascoltare. Abbiamo tutti tanto da imparare.

Giubileo dei lavoratori Il 28 aprile 2016 alle ore 20,45 presso la Basilica di S. Ambrogio alla presenza dell’Arcivescovo

Giubileo dei lavoratori

Il nostro desiderio è che un Giubileo dei lavoratori possa rinnovare in ciascuno l’intenzione di sentirsi parte dell’opera creativa di Dio

L’uomo una risorsa 1 marzo

L’uomo una risorsa

Siamo condannati a uno sviluppo senza occupazione? Un convegno dove anche la Pastorale sociale ha aderito, proverà a mettere in luce quali implicazioni sono in gioco

Qualcosa in più. Storie di vita e di lavoro Cinema e lavoro

Qualcosa in più. Storie di vita e di lavoro

La rassegna prevede 6 serate, a partire da martedì 19 gennaio (tutti i martedì per 6 settimane; proiezioni ore 18 e ore 21). Nasce per sensibilizzare e coinvolgere il più possibile l’intera cittadinanza, raccontando storie di vita e di lavoro

La poesia del lavoro intitolata a don Raffaello Ciccone Terza edizione del concorso nazionale

La poesia del lavoro intitolata a don Raffaello Ciccone

La prima, spontanea risposta, è che, da sempre, il sindacato si occupa tanto di contratti e vertenze, tanto della vita dei lavoratori, dentro e fuori le fabbriche e gli uffici, nelle piazze e nei luoghi della modernità. La cultura è un aspetto quindi costitutivo dell’esistenza di milioni di persone anche di coloro la cui attività principale non è la letteratura